lartdevivre - arredamento online

Laminato

E’ un materiale plastico che si ottiene pressando diversi strati di carta, impregnata con resine fenoliche o melamminiche; è utilizzato nel settore dell'arredamento come rivestimento di pannelli lignei, come ad esempio truciolare, MDF, tamburati, ecc.

Laminato HPL

L’High pressure laminate (HPL) è un materiale plastico costituito da strati di materiale impregnati di resine termoindurenti; si ottiene mediante un processo di pressione ad alta temperatura in modo da ottenere un materiale robusto, impermeabile all’acqua e resistente al vapore.

Nobilitato

E’ un pannello di legno, solitamente truciolare, rivestito su uno o due lati con carta melamminica, che lo rende notevolmente duro e resistente al graffio e ai solventi.

MDF

L’MDF (pannello di fibra a media densità) è un materiale composto da strati di fibre di legno pressate per ottenere un materiale molto resistente, omogeneo e quindi particolarmente adatto alla laccatura;

Pannello impiallacciato

L'impiallacciatura è un'operazione che consiste nel ricoprire un legname non pregiato, o un pannello, con un sottilissimo tranciato di legno detto piallaccio, in modo da dare al prodotto le sembianze di un’essenza di grande qualità.

Legno massello

E’ il legno naturale per eccellenza e si ottiene semplicemente tagliando il tronco di un albero e utilizzando la parte più interna dello stesso, il durame, che è anche la parte più pregiata.

Pannello tamburato

E’ un pannello costituito da un telaio perimetrale di legno, truciolare o mdf e da un’anima interna strutturata ad alveoli, in modo da rendere il materiale molto resistente e al tempo stesso leggero.

Laccato opaco

E’ un tipo di finitura per la quale viene applicata una vernice opaca ad acqua su pannelli che possono essere di legno, mdf, multistrato, ecc;

Laccato opaco poro aperto

E’ un tipo di finitura per la quale viene applicata una vernice opaca ad acqua su pannelli impiallacciati, in modo da ottenere l’effetto della laccatura opaca ma con le venature del legno a vista;

Laccato lucido diretto

E’ un tipo di finitura per la quale viene applicata una vernice lucida ad acqua su pannelli che possono essere di legno, mdf, multistrato, ecc; il procedimento comporta l’applicazione di tre strati di vernice e successiva essicazione. Questo procedimento comporta un costo più elevato rispetto alla laccatura opaca.

Laccato lucido spazzolato

E’ lo stesso procedimento usato per la laccatura lucida, con la differenza che al termine dell’essicazione, si procede alla levigatura della superficie verniciata e infine alla spazzolatura per eliminare eventuali tracce di polvere;

Vetro temprato

E’ una tipologia di vetro ottenuto tramite un processo chiamato “tempra”, dove la lastra di vetro viene scaldata in un forno fino alla temperatura di 640°C e successivamente raffreddato con getti d’aria. Grazie a questo processo lo strato superficiale della lastra si raffredda velocemente, mentre la parte interna più lentamente, rendendola circa 6 volte più resistente di un vetro normale.
Una lastra di vetro temprato non può essere modificata nelle dimensioni in alcun modo, in quanto un eventuale taglio causerebbe la rottura della lastra in tanti piccoli pezzi.

Vetro satinato

E’ una tipologia di vetro che si ottiene versando in modo uniforme dei particolari acidi sulla lastra. Questa operazione consente così di opacizzare in modo permanente la superficie.

Vetro laccato lucido o opaco

E’ un vetro temprato sul quale viene applicato uno strato di pigmenti naturali, che comprendono una vasta gamma di colori. La funzione di questi pigmenti non è solo decorativa, ma anche di

controllo della radiazione luminosa. 

PVC

Il cloruro di polivinile, noto soprattutto con la corrispondente sigla PVC, è una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo, utilizzata molto anche nel settore arredamento soprattutto per le cucine.

Agglomerati di quarzo

L'agglomerato di quarzo è un materiale che unisce sabbie di silicio e quarzo ad una percentuale di resina di poliestere. Il connubio di questi elementi garantisce notevoli risultati, che rendono il materiale pregiato e di qualità. Essendo meno poroso del marmo, è praticamente inattaccabile da parte dei liquidi più comuni, inoltre è maggiormente resistente alle macchie. C’è una vasta gamma di colorazioni, molto più ampia rispetto alle pietre naturali, ottenibile grazie all'uso di coloranti nella miscela.

Corian

Il Corian è un materiale composito da 2/3 di idrossido di alluminio e 1/3 di resina acrilica. Ha rivoluzionato il settore industriale della produzione dei top da cucina e da bagno, in quanto rappresenta un prodotto che ha i pregi dei piani in pietra, senza i difetti dei piani in truciolare o in

materiale sintetico. Uno dei maggiori vantaggi è la possibilità di essere prodotto in qualsiasi forma e dimensione. Con l’aggiunta di pigmenti colorati al composto, si possono ottenere una moltitudine di effetti cromatici.

Grès porcellanato

Il gres porcellanato è un materiale compatto, resistente e caratterizzato da una porosità praticamente nulla. Le piastrelle sono ottenute tramite un processo di macinazione di argille ceramiche, feldspati, caolini e sabbia. 
La cottura avviene ad una temperatura di circa 1150-1250 °C dove la materia prima è portata gradualmente alla temperatura massima. Il processo di cottura determina la greificazione dell'impasto, che attribuisce al materiale le caratteristiche di resistenza alle abrasioni, impermeabilità e longevità.

 

Rivestimenti

Etichettatura tessile

Lana WO

Lana vergine WV

Pelo o crine HA

Kapok KP

Canapa CA

Juta JU

Gomma EL

Cocco CC

Acetato AC

Seta SE

Cotone CO

Lino LI

Viscosa VI

Acrilica PC

Poliestere PL

Cuoio o pelle

E’ il materiale ricavato dalla pelle degli animali, tramite un processo chiamato concia, che vengono abbattuti per scopi alimentari; è un materiale molto resistente ed è usato per produrre molti oggetti d’uso comune, essendo anche particolarmente igienico.

Ecopelle

E’ un tipo di cuoio o pelle a ridotto impatto ambientale, che viene conciata con metodi che rispettano appunto l’ambiente, seguendo precise norme UNI. 

Fintapelle

E’ un un tessuto impregnato con resine poliuretaniche o completamente sintetico, che può avere un aspetto molto simile alla pelle vera; grazie alla facilità di lavorazione può presentare una vasta gamma di effetti estetici, dalle venature tipiche delle pelli naturali, alle sfumature

 

Illuminazione

Lumen

Il lumen è l'unità di misura del flusso luminoso, intesa come efficienza energetica.

Watt

Il Watt è l’unità di misura della potenza elettrica e indica il consumo effettivo di una lampadina.

Temperatura di colore

Il termine temperatura di colore è utilizzato per quantificare la tonalità della luce ed è espresso in Kelvin; questo parametro permette di misurare lo spettro d’emissione luminosa. Si definisce luce calda quando la temperatura di colore è inferiore a 5500°K, al contrario si definisce luce fredda quando la temperatura è superiore a 5500°K.

IP

La sigla IP che sta per “International Protection”, è un indice che definisce la resistenza agli agenti atmosferici da parte degli apparecchi d’illuminazione; è un valore da tenere molto in considerazione soprattutto quando si progettano impianti d’illuminazione esterna.